Avvocato per Malasanità: da chi e quando viene pagato

Quali costi dovrò sostenere per fare causa?” Questa è sicuramente una delle prime domande che ci si pone quando si vuole avviare un percorso legale volto alla tutela dei propri diritti, ed è un quesito assolutamente pertinente.

Non ci nascondiamo: spesso gli elevati costi di giudizio scoraggiano le persone dall’intraprendere percorsi legali che mirano a rivendicare e tutelare i propri diritti e a tale casistica, purtroppo, non fanno eccezione le cause di risarcimento per danni da malasanità.

Anzi, è frequente che le cause aventi ad oggetto responsabilità professionale medica abbiano un valore elevato, come è altresì elevato il relativo risarcimento.

A causa del rilevante valore di causa anche i costi di istruttoria (ad es. le consulenze mediche di parte) e di giustizia (es. spese forfettarie) saranno ingenti e difficilmente affrontabili dalle persone o famiglie con un reddito nella media.

Gli studi legali esperti in responsabilità professionale medica ne sono consapevoli e per questo sono organizzati per far sì che i costi di accesso alla giustizia non rappresentino [o costituiscano] un ostacolo per coloro che abbiano diritto ad ottenere un risarcimento per danni da malasanità.

Con questa breve guida illustreremo “da chi” e “quando” viene pagato un avvocato per malasanità.

Avvocato per Malasanità: da chi viene pagato

Al momento del conferimento dell’incarico all’avvocato è bene che sia concordato “da chi” e “quando” dovrà essere versato il compenso al professionista.

Come già indicato, le cause per casi di malasanità molto spesso hanno un valore ragguardevole ed altrettanto ingenti sono i relativi costi.

Gli studi legali specializzati in risarcimento danni per malasanità, al fine di consentire l’accesso alla giustizia a prescindere dalle condizioni reddituali, prevedono modalità di pagamento dei compensi dei professionisti legali e dei loro consulenti medici favorevoli per i propri assisti.

Quando si determina il compenso e, più in generale i costi dell’intero iter legale, bisognerà prevedere che gli eventuali contributi sull’onorario posti a carico dalla controparte (e/o dalla sua compagnia di assicurazione) saranno decurtati dal compenso complessivamente dovuto dai clienti.

Si riporta di seguito un esempio pratico per chiarire: supponiamo che il cliente e l’avvocato concordino un compenso pari ad una somma complessiva di euro 20.000.

Se a seguito di una  sentenza favorevole il giudice condanni la controparte (ad es. struttura sanitaria) anche al versamento delle spese di lite per euro 8.000 – oppure supponiamo un accordo in tal senso in sede di conciliazione stragiudiziale –  al compenso dovuto dagli assistiti-danneggiati (euro 20.000) dovrà essere sottratta la somma dovuta dalla controparte e/o dalla sua assicurazione (euro 8.000) e, dunque il compenso effettivamente dovuto dai clienti sarà di euro 12.000 (20.000-8.000).

Avvocato per malasanità: quando viene pagato

Altro aspetto che deve essere chiaro sin dal conferimento dell’incarico è “quando” dovrà essere pagato l’avvocato per malasanità.

Anche per tale circostanza uno studio legale esperto in materia di responsabilità medica sa bene quanto sia gravoso per i propri assistiti dover anticipare i costi legali  prima di aver ottenuto il giusto risarcimento. Per questo motivo al momento della scelta dello studio legale a cui affidare il proprio caso è opportuno definire “quando” sarà dovuto il versamento del compenso.

Gli studi legali esperti in malasanità anticipano infatti tutte le spese di lite a carico del cliente (si pensi ad esempio agli onorari dei consulenti medici specialisti e medici legali) e prevedono il pagamento del compenso agli avvocati solo se e quando il proprio assistito abbia concretamente ottenuto il proprio risarcimento. Viceversa, in caso di mancato ottenimento del risarcimento nulla sarà addebitabile al cliente.

Questa è certamente la modalità di pagamento del compenso dell’avvocato per malasanità più conveniente per chi vuole richiedere il giusto risarcimento per un danno da responsabilità medico-sanitaria.

Seguendo i consigli contenuti in questa pagina, ci auguriamo che tu possa trovare un avvocato con la passione, le conoscenze e l'esperienza necessarie non solo per vincere il tuo caso, ma per rendere l'azione legale un momento di conforto emotivo e di recupero della tua dignità.

Presso lo Studio Legale Stefano Gallo, i nostri avvocati si dedicano senza sosta ai pazienti vittime di episodi di malasanità.

Ci concentriamo non solo sui danni alla salute ma anche su quelli morali, esistenziali ed economici subiti sia dalla vittima che dai suoi familiari.

Abbiamo le necessarie conoscenze specifiche per vincere casi riguardanti ogni tipo condotta medico-sanitaria erronea.

Il nostro team legale di Roma potrà fornirti una consulenza gratuita per rispondere alle tue domande ed informarti delle tue opzioni legali.

Consulenza legale gratuita

Se tu o una persona cara avete subito danni alla salute a causa di errori medici, potremmo essere in grado di aiutarvi. Si prega di chiamare il nostro studio per una consulenza gratuita con uno dei nostri avvocati con esperienza in malasanità.

Per una consulenza gratuita contatta il nostro studio con una delle seguenti modalità:

Ottieni consulenza gratuita

    Il tuo nome e cognome (richiesto)

    Il tuo numero di telefono (richiesto)

    La tua email

    Sintesi della vicenda e danno subito

    Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applica la Privacy Policy e Termini di servizio di Google.

    Siamo avvocati specialisti in casi di errore medico

    Ti assistiamo in ogni fase del risarcimento
    Il pagamento? Soltanto a risarcimento ottenuto

    TORNA SU