Encefalopatia Ipossico-Ischemica: risarcimento

Capisci se il danno del tuo bambino sia stato causato da errori medici
Assistiamo le famiglie in tutta Italia - Zero costi

Parla con un avvocato che ha dedicato la sua attività ai casi di danni da parto al neonato

stelle-recensioni-5

  • ...grazie all avvocato Gallo il nostro compito è molto meno difficile, ci ha fatto risarcire e quindi ha dato a noi e nostro figlio possibilitá di cura anche a pagamento, anche dopo il risarcimento l'avvocato ci sta seguendo
    Fernando C.

stelle-recensioni-5

  • ...è stato davvero cordiale professionale e minuzioso nel suo lavoro e posso dire che per i casi di malasanità è preparatissimo e disponibilissimo maniacale nel lavoro davvero un ottimo avvocato è un ottimo studio legale"
    Candido C.

stelle-recensioni-5

  • ...sono rimasta veramente soddisfatta e consiglio a tutti di contattarlo per qualsiasi problema di malasanità. Grazie a Lei Avvocato Gallo ed ai Suoi Collaboratori
    Antonella

Vuoi capire se l'encefalopatia del tuo bambino poteva essere evitata?

Parla ora con l'avvocato Stefano Gallo per ottenere un'analisi preliminare del caso. La consulenza è gratuita

Cos'è l'encefalopatia ischemica ipossico-ischemica?

L'encefalopatia ipossico-ischemica è una importante causa di paralisi cerebrale infantile. Può causare molte altre serie problematiche come autismo, ritardo mentale, disturbi motori e compromissione della funzione visiva

L'encefalopatia ipossico-ischemica è un tipo molto grave di danno cerebrale infantile che si verifica durante il parto quando il cervello del bambino è privato di sangue e ossigeno, determinando la morte delle cellule nel cervello del bambino in pochi minuti.

"Encefalopatia" è un termine medico che viene utilizzato per fare riferimento a varie condizioni correlate a lesioni cerebrali.

L'encefalopatia ischemica ipossica è un tipo specifico innescata da una combinazione di due fattori:

(1) ipossia - interruzione della circolazione dell'ossigeno; e

(2) ischemia - restrizione del flusso sanguigno.

L'encefalopatia ipossico-ischemica è un evento relativamente raro, che si verifica in circa 3 nascite su 1.000.

Lo scopo del risarcimento per malasanità

La sicurezza economica del bambino anche quando i genitori non ci saranno più

L'encefalopatia ipossico-ischemica perinatale può causare in breve tempo la morte delle cellule cerebrali. Dato che queste cellule sono incapaci di rigenerarsi, la lesione sarà permanente. A seconda della gravità della lesione potrebbero verificarsi nel bambino compromissioni funzionali da lievi (disturbo del linguaggio, ADHD) a gravi (autismo o paralisi cerebrale infantile, anche nella forma della tetraparesi spastica).

Se la mancanza di ossigeno e/o di sangue che ha determinato l'encefalopatia del bambino era evitabile, la famiglia ha diritto al risarcimento dei danni.

Il risarcimento ha in primo luogo la funzione di consentire che al bambino venga prestata l'assistenza di cui avrà bisogno per tutta la vita, soprattutto nel periodo in cui i suoi genitori non ci saranno più.

Esempio di risarcimento ottenuto

€ 2.7 MILIONI

Caso di due neonati gemelli affetti entrambi da un grave danno cerebrale (denominato kernittero).

I sanitari che avevano assistito i bambini dopo il parto avevano omesso di trattare tempestivamente e correttamente gli elevati livelli ematici di bilirubina (ittero) di cui i neonati stessi erano affetti.

Gli alti livelli di birilubina, non trattati, causavano nei bambini Kernittero e gravi problemi cognitivi e motori rientranti nella condizione della paralisi cerebrale infantile.

Esempio di risarcimento ottenuto

€ 1.8 MILIONI

Caso di un neonato affetto da encefalopatia-ipossico ischemica perinatale.

I sanitari, durante il travaglio di parto omettevano di considerare che la gravidanza era "ad alto rischio" ed imprudentemente eseguivano un monitoraggio CTG saltuario, che non rilevava la sofferenza fetale.

I sanitari omettevano pertanto di eseguire un cesareo d'urgenza. Il bambino, che alla nascita doveva essere rianimato e trasportato in TIN, è ora affetto da tetraparesi spastica.

Esempio di risarcimento ottenuto

€ 1.3 MILIONI

Caso di un neonato colpito da encefalopatia ipossico-ischemica durante il parto.

Nonostante la sofferenza fetale rilevabile dal tracciato, i sanitari  omettevano di ordinare ed eseguire tempestivamente il parto cesareo, prolungando ed aggravando la carenza dell'apporto di ossigeno al bambino.

Il bambino, nato con una grave acidosi e sottoposto ad ipotermia, è ora affetto da paralisi cerebrale infantile di tipo tetraparetico spastico.

Per quali danni si può ottenere il risarcimento

Al termine della causa conto l'ospedale, è possibile ottenere il risarcimento per i danni seguenti:

  • Danno alla salute del bambino: importo pari a circa il massimo liquidabile in base alle tabelle sul risarcimento del danno
  • Danno morale ed esistenziale del bambino: importo pari circa 1/2 del danno alla salute
  • Danno alla salute dei genitori: deve essere provato mediante documentazione medica che attesti un trattamento di tipi psichiatrico (per disturbi da stress post-traumatico, rifiuto psicologico alla procreazione ecc). E' di importo variabile
  • Danno morale ed esistenziale dei genitori: di importo pari a circa la metà del danno morale ed esistenziale liquidato al bambino.
  • Perdita di capacità lavorativa del bambino (perdita della capacità di produrre reddito): l'importo è pari a circa 1/ dell'importo della pensione sociale in relazione alla regione di appartenenza
  • Spese per assistenza dei genitori (spese future per la cura ed assistenza del figlio): l'importo è spesso pari o maggiore quello dei danni liquidabili per il bambino

Quali sono le cause dell'encefalopatia ipossico-ischemica?

L'encefalopatia ipossico-ischemica è causata dalla limitazione dell’afflusso di sangue e ossigeno al cervello di un bambino durante il parto o durante la gravidanza.

La privazione di ossigeno e sangue fa sì che le cellule del cervello in via di sviluppo del bambino vengano rapidamente danneggiate e poi muoiano.

La carenza di ossigeno all’origine dell'encefalopatia ipossico-ischemica è solitamente causata da complicazioni ostetriche durante il travaglio e il parto, ma può anche derivare da eventi prenatali.

Le complicazioni che possono causare l'encefalopatia ipossico-ischemica includono:

durante il travaglio e il parto:

  • Distacco della placenta
  • Pressione sanguigna materna eccessivamente bassa
  • Complicazioni relative al cordone ombelicale
  • Rottura dell’utero
  • Problemi di circolazione sanguigna della placenta
  • Preeclampsia

dopo la nascita:

  • Infezioni
  • Ictus
  • mancata intubazione
  • sindrome da aspirazione di meconio
  • enterocolite necrotizzante

Vuoi vederci chiaro e capire le cause danno del tuo bambino?

Possiamo analizzare - senza costi - la documentazione sanitaria e dirti se la tua famiglia abbia diritto al risarcimento

I sintomi di encefalopatia ipossico-ischemica

I sintomi dell’encefalopatia ipossico-ischemica subito dopo la nascita variano in modo significativo in base principalmente alla gravità del danno cerebrale subito:

Encefalopatia ipossico-ischemica lieve

Nei primi giorni i riflessi tendinei sono anormali e si riscontra rigidità muscolare. Inoltre, si osserva estrema irritabilità, problemi di alimentazione e pianto e sonno eccessivi. Questi sintomi generalmente si risolvono nelle prime settimane di vita.

Encefalopatia ipossico-ischemica moderata

  • Mancanza di tono muscolare con assenza di riflessi
  • Incapacità ad afferrare e uno scarso riflesso di suzione
  • Apnea sporadica
  • Convulsioni (tipicamente entro il primo giorno)

Encefalopatia ipossico-ischemica grave

  • Convulsioni estreme che aumentano di frequenza nei primi 2 giorni
  • Incapacità di rispondere a stimoli esterni
  • Respirazione irregolare
  • Ipotonia estrema
  • Controllo o movimento anomalo degli occhi con pupille dilatate
  • Frequenza cardiaca e pressione sanguigna anormali
  • Insufficienza cardiorespiratoria (spesso fatale)

Conseguenze dell’encefalopatia ipossico-ischemica

L'encefalopatia ipossico-ischemica è un tipo estremamente grave di lesione cerebrale. Anche se si verifica solo nello 0,05% di tutte le nascite, l'encefalopatia ipossico-ischemica è una delle principali cause di mortalità infantile.

Oltre a poter comportare un rischio per la vita, l'encefalopatia ipossico-ischemica può provocare anche danni cerebrali permanenti.

Circa il 15-20% dei neonati con diagnosi di encefalopatia ipossico-ischemica morirà nella prima settimana; tra coloro che sopravvivono il 25% subirà danni cerebrali permanenti a vari gradi di gravità.

Le lesioni cerebrali da encefalopatia ipossico-ischemica spesso provocano disabilità fisiche e deterioramento cognitivo.

Una piccola percentuale di bambini con encefalopatia ipossico-ischemica si riprende completamente dal danno e sperimentano solo lievi, in caso, solo lievi sintomi neurologici.

Non ci sono dati sull'aspettativa di vita per l'80-85% dei bambini con l'encefalopatia ipossico-ischemica che sopravvivono dopo la prima settimana di vita.

Nei casi più gravi, ovviamente, si verifica un forte impatto negativo sull’aspettativa di vita prevista.

Encefalopatia ipossico-ischemica: si può guarire?

Il principale trattamento per l'encefalopatia ipossico-ischemica, molto utilizzato negli ultimi anni, è l’ipotermia terapeutica che consiste raffreddamento del corpo e della testa del bambino.

Questo trattamento consiste nell’abbassare la temperatura corporea del neonato subito dopo la nascita allo scopo di rallentare il danneggiamento cellulare e cerebrale riducendo al minimo l'impatto a lungo termine dell'encefalopatia ipossico-ischemica.

Sfortunatamente, i danni al cervello causati dall'ipossia neonatale sono spesso permanenti e non possono essere riparati semplicemente con un intervento chirurgico o con trattamenti farmacologici.

Le opzioni di trattamento a oggi disponibili includono solamente terapie e farmaci utili a gestire gli effetti di eventuali danni cerebrali e i bambini con gravi lesioni date dall’encefalopatia ipossico-ischemica necessiteranno di supporto e assistenza per tutta la vita.

Esistono, però, anche storie che raccontano di incredibili recuperi: le storie di successo dopo l'encefalopatia ipossico-ischemica, infatti, non sono rare.

È importante però ricordare che la gravità della lesione subita dal bambino spesso non è compresa totalmente fino a quando il bambino non diventa grande.

Encefalopatia ipossico-ischemica e negligenza medica

L’e.i.i. può essere evitata?

Sì, alcuni casi di encefalopatia ipossico-ischemica possono essere evitati attraverso una condotta medica corretta.

L'encefalopatia ipossico-ischemica può essere causata da mancanza di ossigeno, ittero non trattato, infezioni, traumi fisici o bassi livelli di glucosio, nonché da contrazioni troppo frequenti, problemi al cordone ombelicale, rottura dell'utero o distacco della placenta e altre condizioni.

Il termine medico che indica la condizione in cui il bambino non riceve abbastanza ossigeno è "asfissia". Esistono 2 tipi di asfissia:

L'asfissia profonda quasi totale o acuta si verifica quando il bambino rimane pressoché senza ossigeno o flusso sanguigno.

L'asfissia prolungata parziale si verifica quando il bambino riceve meno ossigeno del necessario per un periodo di tempo più lungo. Un altro termine per questa condizione è "ipossia prolungata parziale".

Quando il bambino non riceve abbastanza ossigeno attraverso un'asfissia prolungata acuta o parziale ed è asfittico, può sviluppare "acidosi metabolica".

L'acidosi metabolica è un pericoloso squilibrio biochimico che si verifica quando le cellule cerebrali non hanno abbastanza ossigeno, il che le induce a produrre acido lattico attraverso il processo del metabolismo anaerobico. L'acido lattico danneggia le cellule.

Quando si verifica l'acidosi metabolica, l'acido lattico si accumula e distrugge le cellule cerebrali, causando danni permanenti al cervello.

Ciò può portare a deterioramento neurologico, disfunzione multiorgano, encefalopatia ipossico-ischemica, paralisi cerebrale infantile e altri disturbi cerebrali.

Molte delle cause dell'encefalopatia ipossico-ischemica sono del tutto prevedibili e prevenibili con un attento monitoraggio e un trattamento rapido. È una triste realtà che gli errori medici e la negligenza medica siano possibili cause di encefalopatia ipossico-ischemica.

L'acidosi metabolica viene rilevata esaminando il sangue del bambino. Un campione viene prelevato dal cordone ombelicale o dal bambino. L’analisi controlla quindi, tra l’altro, il pH e l’eccesso di basi del sangue del bambino per rilevare eventuali irregolarità.

Se tuo figlio è nato con encefalopatia ipossico-ischemica, potrebbe essere stato vittima di un errore medico evitabile. Alcuni errori che possono causare encefalopatia ipossico-ischemica includono:

  • Taglio cesareo non eseguito o eseguito in ritardo
  • Omessa esecuzione del trattamento ipotermico

Se hai domande sulle cause dell'encefalopatia ipossico-ischemica di tuo figlio, potremmo essere in grado di aiutarti a trovare le risposte.

Premio Avvocato 2019 settore Risarcimento Danni

stefano-gallo-miglior-avvocato-risarcimento-danniL'avv. Stefano Gallo è stato vincitore del premio "Le Fonti Awards" come Avvocato dell'anno Risarcimento Danni 2019 

video-awards

Avvocato malasanità per encefalopatia ipossico-ischemica

Gli avvocati dello Studio Stefano Gallo (GrdLex) hanno esperienza in casi di encefalopatia ipossico-ischemica del neonato causata da di negligenza, imprudenza o imperizia medica.

Lo Studio Legale Stefano Gallo è sito in Roma segue i propri clienti in tutta Italia.

Analizzeremo  la vicenda del tuo bambino tramite consulenti ginecologi e neonatologi e ti diremo se sia possibile ottenere il risarcimento dei danni.

Il nostro studio paga di tutte le spese della procedura ed ha diritto al compenso solo in caso di vittoria.

Per una consulenza gratuita:

Ottieni consulenza gratuita

    Il tuo nome e cognome (richiesto)

    Il tuo numero di telefono (richiesto)

    La tua email

    Sintesi della vicenda e danno subito

    Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applica la Privacy Policy e Termini di servizio di Google.

    Siamo avvocati specialisti in risarcimenti danni

    Ti assistiamo in ogni fase del risarcimento
    Il pagamento? Soltanto a risarcimento ottenuto

    TORNA SU