Hai una artrite causata dal tipo di lavoro che fai?
Hai bisogno di un avvocato?

ARTRITE

L’artrite è una patologia che può essere causata da determinati tipi di attività svolte sul luogo di lavoro, come l’attività mineraria. L’artrite è debilitante e agisce, giorno dopo giorno, sulle funzioni motorie.

Cause e responsabilità

Il datore di lavoro ha hanno l’obbligo di attuare le misure necessarie per minimizzare il rischi o di contrarre malattie durante l'attività lavorativa.

L’artrite si manifesta come una degenerazione della cartilagine articolare, verificatasi in seguito a una pressione costante o a un infortunio. Movimenti ripetuti possono anch’essi essere causa di tali effetti. La cartilagine permette alle articolazioni di muoversi facilmente e agevolmente, ma nel momento in cui inizia a deteriorarsi, provoca l’aumento delle dimensioni e del peso delle ossa. L’artrite colpisce soprattutto alcune zone del colpo come fianchi, ginocchia, gomiti, dita e pollici. Provoca dolore, rigidità e difficoltà nei movimenti. Vi sono alcune attività che contribuiscono, più di altre, allo sviluppo della malattia: utilizzo di strumenti o macchinari a percussione, come il trapano; attività che sforzano le articolazioni spingendo il movimento articolatorio al suo limite; azioni e sforzi ripetuti; impatti ripetuto su un’articolazione. Nel caso in cui la propria occupazione lavorativa includesse una delle suddette attività, sarebbe oppotuno

tutelarsi dagli eventuali rischi derivanti da infortuni o dallo sviluppo di malattie come l’artrite. Chiunque si renda conto di aver sviluppato questa patologia, dovuta ad un infortunio o ad un eccessivo sforzo, e abbia il sospetto che tale condizione sia stata causata dalla propria attività lavorativa, potrebbe aver diritto ad ottenere un risarcimento.

RESPONSABILITÀ DEL DATORE DI LAVORO
I datori di lavoro, in particolare riguardo gli ambiti lavorativi in cui la probabilità di sviluppare tale malattia è maggiore, hanno l’obbligo di attuare le misure necessarie per minimizzare tali rischi. Tuttavia, se tali misure non vengono concretizzate, o vengono messe in atto in maniera errata, si mette a rischio la salute dei dipendenti. Se in conseguenza di ciò il lavoratore abbia sviluppato artrite, il datore di lavoro potrà essere tenuto a versargli il relativo risarcimento.

Conseguenze e risarcimento

Nel caso in cui l’artrite sia stata sviluppata in seguito ad attività esercitate sul posto di lavoro, come l’utilizzo di un martello pneumatico, sarà possibile procedere con una richiesta di risarcimento

L’artrite è una condizione debilitante che agisce, giorno dopo giorno, sulle funzioni motorie. Questa patologia provoca una limitazione dei movimenti e, nei casi più gravi, può costringere la persona interessata a dover cambiare lavoro o a dover smettere del tutto di lavorare. Tutto questo può avere delle serie ripercussioni sui dipendenti e sulle loro famiglie, in quanto, la perdita della capacità di lavoro porta ad una perdita di reddito andando anche a ridurre l’ammontare futuro della pensione.

La riduzione del reddito va ad incidere sul tenore di vita della famiglia o della singola persona, aggiungendo ulteriore stress a quello causato da una condizione già di per sé difficile come l’infortunio. In questo caso una richiesta di risarcimento per i danni subiti e per tutte le spese sostenute può costituire un valido supporto.

Gli avvocati dello studio GDRLex  possono aiutarvi a evidenziare il nesso causale tra il tipo di lavoro  effettuatoe lo sviluppo dell'atrite, nel caso, assistervi nella richiesta di risarcimento dei danni.

Ottieni consulenza gratuita

    Il tuo nome e cognome (richiesto)

    Il tuo numero di telefono (richiesto)

    La tua email

    Sintesi della vicenda e danno subito

    Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applica la Privacy Policy e Termini di servizio di Google.

    Siamo avvocati specialisti in risarcimenti danni

    Ti assistiamo in ogni fase del risarcimento
    Il pagamento? Soltanto a risarcimento ottenuto

    TORNA SU