Domanda:

Mio padre è stato ucciso da un camionista che l’ha preso in pieno in seguito ad un colpo di sonno. Il conducente ha ammesso di essersi addormentato.

Mi stavo chiedendo, a quanto ammonterebbe il risarcimento medio in un caso di omicidio come questo, in cui qualcuno viene ucciso da un conducente che si addormenta al volante?

Risposta:

Non esiste un risarcimento “medio” in un caso di omicidio stradale. La cifra varia a seconda della vittima per la quale viene calcolato. Nella valutazione bisogna considerare molti fattori diversi. Di seguito vediamone alcuni:

  • L’età del deceduto
  • Il suo reddito al momento della morte insieme a quello in prospettiva, compresi importi supplementari che tengono conto dell’inflazione, possibili aumenti di paga, aumento del costo della vita, ecc.
  • Il dolore e le sofferenze che il deceduto può aver subito prima della morte
  • Spese mediche
  • Spese funebri
  • Danni psichici subiti dal coniuge o dal convivente more uxorioe da altri prossimi congiunti

Pur riconoscendo che nel periodo di lutto successivo alla morte di un proprio caro si tende a non dare importanza ad un risarcimento monetario che non potrà mai riportare in vita la vittima, è necessario che qualcuno si occupi di trovare una rappresentanza legale e che lo faccia il più tempestivamente possibile.

Sebbene non vogliamo pensare che le compagnie assicurative possano trarre vantaggio dalle persone che hanno appena subito un lutto, meglio non rischiare. In nessun caso il membro della famiglia che si prende carico delle questioni finanziarie del deceduto dovrà firmare, o lasciare che l’erede diretto firmi, accordi di alcun tipo proposti dalla compagnia assicurativa.

Allo stesso tempo chi se ne occupa dovrà evitare di firmare qualsivoglia accordo con il datore di lavoro del deceduto. Dai fatti che ci ha riportato non è emerso se suo padre fosse sposato o meno al momento della sua morte. In caso affermativo, la moglie (cioè Sua madre) è la persona che necessiterà di maggiore protezione.

Ci sarà tempo per i risarcimenti. Non permettete che vi spingano a firmare qualsiasi accordo fin quando non avrete consultato un legale esperto in incidenti stradali mortali. Assicuratevi che il membro della famiglia che si occuperà di tutto ciò, oppure l’erede diretto, si rechi per prima cosa da un avvocato specializzato.

Tornando alla domanda sul probabile importo del possibile risarcimento, quello che possiamo dirle è che senza i servizi professionali di un avvocato esperto c’è un’alta probabilità che il risarcimento sia irragionevolmente basso e in alcuni casi palesemente ingiusto.

I nostri migliori auguri,

GRDLEX

Ottieni consulenza gratuita

    Il tuo nome e cognome (richiesto)

    Il tuo numero di telefono (richiesto)

    La tua email

    Sintesi della vicenda e danno subito

    Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applica la Privacy Policy e Termini di servizio di Google.

    Siamo avvocati specialisti in risarcimenti danni

    Ti assistiamo in ogni fase del risarcimento
    Il pagamento? Soltanto a risarcimento ottenuto

    TORNA SU